Browsing Tag

the story of my life

Stellina aka Gioia

A Maria

17/08/2017|  
the story of my life maria

– Italiano –

Maria se ne andata. Uno di questi pomeriggi torridi d’estate mentre noi, quelli che la conoscevamo, stavamo aspettando la fine dell’estate per tirare fuori dall’armadio i vestiti pesanti e neri anche se la situazione stava precipitado a vista d’occhio.  Se ne andata stordita dalla morfina e dal dolore all’ora del sole morente e non so se la presenza dei più cari sia stato un sollievo o una penitenza. 

Da quando me la ricordo, dai tempi del liceo, Maria è sempre stata una donna energica e combattiva tanto da non farmi prendere in considerazione la possibilità di una sconfitta quando ho saputo che stava combattendo con la malattia.

Leggi tutto...

Stellina aka Gioia

Strange fruit

25/07/2017|  Wonderland
italian fashion stories by stellina top john richmond gonna pizzo zara

  – Italiano –

    Primo pomeriggio di un lunedì di luglio, il giorno in cui ho ascoltato per la prima volta una vecchia canzone di Billie Holiday rifatta da Beth Hart e mi sono commossa per il tono della sua voce prima ancora di capire le parole, lo stesso giorno in cui ho indossato, sempre per la prima volta, il top di John Richmond trovato nell’angolo di un outlet di provincia dove l’unica cosa decente che ho visto a parte questo, dopo ore di perlustrazione, era un paio di decolleté tacco 5 di Bally che avrei portato volentieri in autunno e la merce in vendita – che si poteva chiamare tranquilamente spazzatura  – sapeva di muffa. Io ho sempre detto che amavo gli outlet ma questo posto somigliava più a un punto raccolta della Caritas che a un negozio d’abbigliamento. Non so neanche come sia capitata lì….

Leggi tutto...

Stellina aka Gioia

Pizzo

18/07/2017|  Wonderland
pizzo italian fashion stories by stellina cappello rosso top zara

– Italiano –

Secondo lui, le donne volgari si riconoscono da due cose: tacchi troppo alti e unghie troppo lunghe dipinte in colori troppo sgargianti. “Il bello è che, quando lo fanno, non si rendono nemmeno conto di quanto lontano siano da quello che nella moda viene codificato come stile”. Lo dice tutte le volte quando queste atrocità estetiche gli passano davanti agli occhi e talvolta aggiunge con aria divertita “è chiaro che la signora non ha studiato dalle orsoline”.  All’inizio, quando lo sentivo dire così, pensavo che le sue osservazioni dovevano essere un residuo dell’educazione cattolica e tradizionalista che gli era stata impartita e avevano lo scopo di disarmare me delle più rozze intenzioni. Poi ho cominciato a dargli ragione. Quindi, ragazze, ricordatevi: tacchi bassi e unghie corte….

Leggi tutto...

Calogero

Un lungo cammino

09/07/2017|  Wonderland
a sicilian story by stellina

Italiano:

Ieri notte c’era la luna piena e Stellina non dormiva. Se n’è stata sveglia per ore a guardare le nebulose vie dell’universo unirsi, intrecciarsi, separarsi così come anche il suo destino tante volte lo aveva fatto con i destini delle persone che aveva conosciuto. Si è addormentata pensando a quello che le aveva detto Maria Teresa in serata, pensiero che, sul lungo cammino della notte, sarebbe diventato convinzione.

Allora non c’era nessun dubbio, era stato proprio Calogero a scrivere quella lettera  – per un lungo periodo di tempo Stellina aveva pensato che era un’invenzione di Maria Teresa – e se lo aveva fatto, era perché la amava ancora. 

Leggi tutto...

Stellina aka Gioia

Stellina al Sud II

26/05/2017|  profondo Sud
the-story-of-my-life-stellina-al-sud

– IT  –

Una storia che dovevo scrivere ieri.

Come dicevo, quel giorno mi sono vista con Maria-Teresa. Di nuovo in Reggio, contrariamente a quello che io avevo promesso a me stessa ossia di non farla mai più venire lì. Mi trovavo da un paio di giorni in città, lei si trovava con papà a Taormina – sono oramai anni che sua madre non li accompagna più – in vacanza, quella che di solito a casa sua preannunciava la fine della primavera e l’inizio dell’estate. Papà portava la famiglia a Taormina da anni perché secondo lui “se c’è un posto su quest’isola dove gli dei potrebbero aver vissuto , è questo…”, una strana costatazione che non dava adito a equivoci ma veniva a rafforzare frasi simili che avevo letto in qualche libro e di cui non avevo allora capito il senso.

Leggi tutto...