Browsing Tag

Dolce & Gabbana

Calogero

Il predatore e la preda

23/08/2019|  
stellina story-teller storie noir

Se dovessi descrivere Calogero con una sola parola, ecco lui è sempre stato un predatore. E io sono stata la sua preda preferita negli ultimi anni benché stesse tenendo d’occhio anche esotici esemplari di antilope della savana africana; a detta di sua sorella, “solo perché tu sei sparita nel nulla….”. L’ho provocato, l’ho fatto correre e rincorrermi, in certi momenti mi sono lasciata avvicinare, mi sono fatta prendere per poi scappare subito dai suoi artigli, nascondendomi per anni nell’ombra ricca della foresta. Mai mi sono fermata o totalmente arresa a lui, avvertendo il grave pericolo e sapendo che, se lo avessi fatto, questa battuta di caccia sarebbe finita per sempre. Certi uomini sono fatti così; li devi far percorrere migliaia di chilometri, attraversare mari e monti, li devi lasciar fiutare, cercare, catturare, assaggiare e poi gli devi togliere il pasto davanti. Solo così si ricorderanno un giorno di te.
Calogero non ha mai cercato la sua metà ma solo il trofeo da portare sulle spalle una volta tornato a casa. Solo che io non volevo essere il suo trofeo e lui questo l’aveva capito.
Ma ora, che gli hanno bloccato tutte le strade, ora che ha le mani legate, e tutti giorni si vede davanti Rosalia, cosa succederà? Potrebbe anche impazzire o diventare un docile animale domestico. E se c’è qualcuno in questa storia contento della situazione che si è creata, quella è sicuramente Rosalia, che ce l’ha a casa tutti giorni. Una cosa che non accadeva da tantissimi anni.

Leggi tutto...

Stellina aka Gioia

Stanca

14/02/2019|  
stellina storyteller

A volte sono stanca. Stanca di scrivere, di scattare foto, di fantasticare, di mettermi in posa, di aspettare, di svegliarmi la mattina e guardarmi allo specchio, di dover truccarmi per coprire le ore d’insonnia, l’agonia dei nuovi progetti, di mettere in movimento i pensieri, di sorridere ed essere garbata, di ascoltare pazientemente le persone che mi vomitano addosso i loro problemi….

A volte sono così stanca che devo fermarmi…

stanca i diari di stellina dolce gabbana

Stellina deve riposare

i diari di Stellina continuano domani

Leggi tutto...

Calogero

Perché sei tu Calogero

24/01/2019|  
calogero stellina storie noir dolce gabbana

Calogero, Calogero! Perché sei tu Calogero? Ah, rinnega tuo padre!… Ricusa il tuo casato!… O, se proprio non vuoi, giurami amore, e io non sarò più una Stella…


Il tuo nome soltanto m’è nemico; ma tu saresti tu, sempre Calogero per me. Ah, perché tu non porti un altro nome! Ma poi, che cos’è un nome?… Forse che quella che chiamiamo rosa cesserebbe d’avere il suo profumo se la chiamassimo con altro nome? Così s’anche Calogero non si dovesse più chiamar Calogero, chi può dire che non conserverebbe quella natura ch’è la sua? Rinuncia dunque, Calogero , al tuo nome, che non è parte della tua persona, e in cambio prenditi tutta la mia.

Leggi tutto...

I Diari di Stellina

Epifania

10/01/2019|  
epifania dg panettone stellina racconta

Epifania. Maria Teresa aveva mandato un pacco all’inizio di dicembre raccomandandosi di aprirlo per Natale. Nonostante l’avessi rammentata spesso durante le feste natalizie, ci furono altre cose da fare e senza rendermi conto, arrivai all’Epifania con la scatola chiusa. Lei non fece però commenti.

Il mese delle feste è stato un mese difficile per lei, in parte perché si era fisicamente appesantita e con la gravidanza avertiva forti dolori alle gambe, in parte perché dovette passare il Natale a Roma. Se ne andò a Taormina giusto la settimana dell’Immacolata con sua madre che, appresa la notizia dell’ arrivo della figlia sull’isola, lasciò Palermo di fretta e furia e salì sul primo treno per Messina, carica di ogni ben di Dio.

Leggi tutto...

Maria Teresa

Buone feste

28/12/2018|  
stellina diari

Dopo tre settimane, due viaggi e diversi doveri da assolvere sono tornata qui. Fuori l’aria è gelida e festosa, come la gente euforica che corre da una parte all’altra della città sorridendo mentre si scambia messaggi velocissimi su whatsapp. In casa tutto è così come avevo lasciato il giorno della partenza. Le stelle di Natale animano la sala con i loro fiori purpurei nonostante il buio totale al quale le avevo condannate per più di due settimane e la legna sana giace nel camino, in attesa di una scintilla. I regali di Maria Teresa sono ancora intatti dentro i sacchetti di carta posati per terra in un certo disordine e con un sottilissimo strato di polvere sopra. La scatola del panettone è la più grande. La apro incuriosita e guardo dentro. Una busta infilata tra la carta e il fiocco dorato contenente un foglio di carta e t

Leggi tutto...