Browsing Category

papà

papà

L’undicesimo comandamento

18/05/2019|  
stellina storyteller

Secondo papà l’undicesimo comandamento richiede di non ostentare. Egli è convinto che l’ostentazione è la virtù dei deboli e ascoltandolo nelle sue argomentazioni non gli si potrebbe dare torto. Questa regola, insieme agli altre dieci, fa parte di un antico decalogo che i membri della famiglia osservano con devozione. Ma le malelingue dicono che papà in realtà ha qualcosa da nascondereCerto, ci è voluto del tempo a Maria Teresa per capire che non era buona creanza andare in giro agghindata come una sposa nel giorno del matrimonio perché questo senz’altro avrebbe attirato tanti occhi su di lei. 

Leggi tutto...

papà

Caltagirone

04/05/2019|  
stellina in sicilia

“In che direzione per Caltagirone, signora?” chiesi allo sportello una volta usciti dall’autostrada che veniva da Catania. Rispose una matrona con voce grave: “per Caltagirone a destra! Poi ci sono le indicazioni….” e nel modo in cui lo disse – la “l” non l’ho neanche sentita mentre la “r” venne inghiottita da una “o” lunga diversi secondi – si sentì subito che era una del posto, insomma. Realizzai allora che mi piaceva proprio ascoltarli, stare in mezzo a loro. Certo sono persone difficili i siciliani; devi prenderli con le pinze e stare attento a quello che dici la prima volta che li incontri perché da quello dipende tutto il prosieguo ma è gente intraprendente – nel bene e nel male – operosa e di parola.  Molti di loro sono schivi e orgogliosi, tratti che, secondo me, sono da collegare alla loro storia. Come a volte dice papà: “tutti vengono qui e pretendono, nessuno mai che ci chiedesse permesso, come se noi, la gente del posto, non contassimo niente…”.

Leggi tutto...

papà

Papà

29/07/2018|  Tauroménion
papà le storie noir di stellina taormina

Prima di scrivere qualsiasi altra cosa, devo fare una precisazione che riguarda papà e quando dico papà intendo il padre di Maria Teresa e di Calogero. Non sono mai riuscita né a chiamarlo per nome né a dargli del tu; mi sembrava fuori luogo, irrispettoso. Vossia lo trovavo troppo ottocentesco perciò l’unica soluzione che mi rimaneva era il tanto usato Voi. Chi abita al Sud sa benissimo che il Voi è ancora molto frequente nella parlata comune. Maria Teresa stessa lo usa a volte nelle conversazioni con lui, consapevole che va a toccare una corda sensibile, e con gli altri, quando vuole tenere le distanze e far sentire l’interlocutore un intruso. Tutte le altre persone che non facevano parte della famiglia, davano a papà del Voi e lui faceva altrettanto con loro. Una questione di rispetto in forma arcaica alla quale il vecchio teneva molto.

Leggi tutto...